Cerca

"You get what you measure", parola di John H. Lingle, famoso consulente aziendale. Una filosofia dei numeri, intesi come la base attraverso cui osservare la realtà. Ma se è vero che le statistiche sono uno strumento dell'informazione, bisogna ricordare che non basta avere dei dati: si tratta anche, o soprattutto, di saperli interpretare.

Rimani aggiornato sull'argomento

by Andrea Saporetti
on Settembre 22, 2015
Visite: 10800

Commenti recenti

  • Andrea

    Buonasera, desidero affittare un immobile alla figlia del precedente inquilino mantenendo l'importo mensile da sempre corrisposto e sfruttando i vantaggi del canone concordato con cedolare secca. Dal calcolo emerge che, con i valori dei patti territoriali per zona e la fascia di appartenenza, il can...
    0
Visualizza altri commenti

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Spese per la casa, costa meno stare in affitto a canone concordato che in una casa di proprietà con il mutuo

Convertire le abitudini, anche fiscali, degli italiani è sempre molto difficile. La cedolare secca, per chi mette in affitto il proprio immobile, ce l’ha fatta. Ovunque, anche se non sempre associata ad una locazione a canone concordato. L’aliquota del 10% ancora non ha fatto breccia nelle città con l’accordo territoriale più vecchio. Ma, nonostante il recente rinnovo a Milano, neanche qui è sempre la soluzione giusta: vediamo quando è più conveniente e quali valutazioni emergono dall’analisi Solo Affitti.

Commenti recenti

  • Andrea

    Buonasera, desidero affittare un immobile alla figlia del precedente inquilino mantenendo l'importo mensile da sempre corrisposto e sfruttando i vantaggi del canone concordato con cedolare secca. Dal calcolo emerge che, con i valori dei patti territoriali per zona e la fascia di appartenenza, il can...
    0
Visualizza altri commenti
by Andrea Saporetti
on Settembre 15, 2015
Visite: 2255

Commenti recenti

  • diodato mastrangelo

    ho un appartamento a roma ed è affittato per un anno a studenti universitari.Vorrei sapere se posso pgare con la cedolare secca al 10 per cento e presentare una dichiarazione integrativa per recuperare la differenza.Grazie
    0
Visualizza altri commenti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Comfort vs. risparmio. Per uno studente universitario fuori sede, la scelta tra l’affitto di una stanza singola o di una doppia è il classico momento in cui mettere sul piatto i pro e i contro di un coinquilino. Silenzio, privacy, autonomia, ordine (o disordine, a seconda di quello che si preferisce!) sono gli assoluti pro della camera singola. Ma quanto si risparmia scegliendo di condividere la stanza?

 

Commenti recenti

  • diodato mastrangelo

    ho un appartamento a roma ed è affittato per un anno a studenti universitari.Vorrei sapere se posso pgare con la cedolare secca al 10 per cento e presentare una dichiarazione integrativa per recuperare la differenza.Grazie
    0
Visualizza altri commenti
by Andrea Saporetti
on Settembre 08, 2015
Visite: 1509

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Settembre, per tanti studenti universitari mese di test di ingresso (oggi quello di medicina, tanto per dirne uno!). Ma anche di grandi preparativi: dall’acquisto dei libri e del materiale didattico alla ricerca di un posto letto o di una stanza in affitto. Chi ha scelto una facoltà lontana da casa deve trovare entro breve una sistemazione. Contratto di affitto, trasloco e nuovi coinquilini: vediamo chi è alle prese proprio in questi giorni con tutte queste novità.

by Andrea Saporetti
on Settembre 01, 2015
Visite: 4034

Commenti recenti

  • Roberto

    Complimenti Dr. Saporetti, i suoi articoli sono sempre molto chiari ed esplicativi oltre a fornire informazioni fondamentali correlate da dati statistici che le supportano. Piccola curiosità, dove trova i dati che espone nei suoi articoli? E' sempre un piacere leggerla, continui così!
    0
Visualizza altri commenti

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Una recente indagine della CGIL cerca di fare chiarezza sulla diversa spesa da sostenere per la casa nelle principali città italiane. Sì, perché non conta solo il reddito medio delle famiglie e, di contro, il costo dell'affitto o del mutuo. TASI e TARI fanno la differenza da città a città, così come le spese condominiali. Con risultati interessanti, a partire dal divario notevole fra spesa con contratto di affitto a canone libero e a canone concordato, ma anche tra casa in affitto e casa di proprietà con mutuo.

Commenti recenti

  • Roberto

    Complimenti Dr. Saporetti, i suoi articoli sono sempre molto chiari ed esplicativi oltre a fornire informazioni fondamentali correlate da dati statistici che le supportano. Piccola curiosità, dove trova i dati che espone nei suoi articoli? E' sempre un piacere leggerla, continui così!
    0
Visualizza altri commenti
by Andrea Saporetti
on Agosto 18, 2015
Visite: 1644

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ogni anno, negli ultimi anni, le previsioni economiche hanno ciclicamente annunciato la ripresa del settore immobiliare. Ripresa che, puntualmente, non si è verificata: all'aspettativa ottimistica non ha fatto seguito un riscontro positivo nei numeri. Il primo semestre 2015, però, ha offerto diversi segnali di crescita, che fanno ben sperare gli operatori del settore per un buon rientro dalle ferie: vediamo insieme quali.

 

by Andrea Saporetti
on Agosto 04, 2015
Visite: 2848

Commenti recenti

  • brunello

    ho superato l'esame di agente immobiliare nel 1995 presso la C.C.I.A.A. di Perugia dopo aver frequentato natruralmente il corso di 3 mesi organizzato dalla stessa C.C.I.A.A.. Da quella data non ho mai esercitato la professione e mai iscritto nel ruolo degli agenti immobiliari in quanto lavoratore di...
    0
  • roberto

    buon giorno,ho preso il lpatentino agente immobiliare nel 2017 posso iscrivermi alla camera com. e non praticare?,perche' ho intenzione di andare a londra per qualche mese,grazie per la risposta
    0
Visualizza altri commenti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

A tre anni dal completamento della riforma che ha ridisegnato la professione di agente immobiliare e che doveva adeguare gli elenchi camerali degli agenti d'affari in mediazione abilitati all'esercizio dell'attività, non è ancora ben chiaro quanti siano davvero i regolari. E, oltre che inefficace nel ridefinire i limiti della professione, la normativa è però nel frattempo diventata in parte obsoleta, poco al passo con i tempi. Ecco quattro spunti di riflessione per una figura di mediatore più adatta al mercato di oggi.

 

Commenti recenti

  • brunello

    ho superato l'esame di agente immobiliare nel 1995 presso la C.C.I.A.A. di Perugia dopo aver frequentato natruralmente il corso di 3 mesi organizzato dalla stessa C.C.I.A.A.. Da quella data non ho mai esercitato la professione e mai iscritto nel ruolo degli agenti immobiliari in quanto lavoratore di...
    0
  • roberto

    buon giorno,ho preso il lpatentino agente immobiliare nel 2017 posso iscrivermi alla camera com. e non praticare?,perche' ho intenzione di andare a londra per qualche mese,grazie per la risposta
    0
Visualizza altri commenti
by Andrea Saporetti
on Luglio 23, 2015
Visite: 2323

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Sudore, affaticamento, notti insonni, pressione bassa, stress. Non sono però questi gli unici effetti collaterali dell'ondata di caldo torrido che, proprio in questi giorni, ci sta rovinando intere giornate, una dopo l'altra. C'è anche la bolletta. Se il condizionatore può essere la salvezza, è bene usare 5 pratici accorgimenti per far sì che il conto corrente non risenta troppo della bolletta per l'energia elettrica che il caldo di questi giorni inevitabilmente rischia di rincarare.

 

by Andrea Saporetti
on Luglio 21, 2015
Visite: 10215

Commenti recenti

  • Laura

    Buon giorno, sono in affitto ma vorrei comprare casa, che succede se non la trovo entro gli 6 mesi?grazie
    0
  • NAUSICAA

    Buongiorno, Ho stipulato un contratto di locazione come conduttrice con decorrenza 01/01/2017 della durata di 4+ 4 anni. Ora mi si presenterebbe la possibilità di stipulare un altro contratto d'affitto a condizioni economiche molto più vantaggiose ( ho fatto un calcolo: se non dessi disdetta dell'at...
    0
  • ezio rigoli

    Buongiorno, sono in affitto in un appartamento il cui contratto scadrà fra tre anni e dove fu indicata la possibilità di recesso per gravi motivi con preavviso di 3 mesi. Ho trovato l'occasione per comprare una casa e vorrei sapere se ho il diritto di recedere dal contratto di affitto dando il preav...
    0
Visualizza altri commenti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Sempre più di frequente si lascia un appartamento in affitto per trovare una nuova abitazione da affittare a condizioni migliori. Secondo Solo Affitti oltre il 43% di chi dà disdetta dal contratto di locazione abbandona casa propria per ragioni di carattere abitativo. Molti disdicono l'affitto per fronteggiare la crisi, cercando soluzioni abitative più economiche. Alcuni, invece, avvantaggiandosi dell'ampia offerta di case che la crisi ha prodotto, lasciano il proprio appartamento troppo piccolo o in una zona non di gradimento per una abitazione più comoda, spaziosa o moderna. Analizziamo insieme le motivazioni del recesso dalla locazione e cosa sceglie di fare l'inquilino una volta lasciato l'immobile.

Commenti recenti

  • Laura

    Buon giorno, sono in affitto ma vorrei comprare casa, che succede se non la trovo entro gli 6 mesi?grazie
    0
  • NAUSICAA

    Buongiorno, Ho stipulato un contratto di locazione come conduttrice con decorrenza 01/01/2017 della durata di 4+ 4 anni. Ora mi si presenterebbe la possibilità di stipulare un altro contratto d'affitto a condizioni economiche molto più vantaggiose ( ho fatto un calcolo: se non dessi disdetta dell'at...
    0
  • ezio rigoli

    Buongiorno, sono in affitto in un appartamento il cui contratto scadrà fra tre anni e dove fu indicata la possibilità di recesso per gravi motivi con preavviso di 3 mesi. Ho trovato l'occasione per comprare una casa e vorrei sapere se ho il diritto di recedere dal contratto di affitto dando il preav...
    0
Visualizza altri commenti
by Andrea Saporetti
on Luglio 14, 2015
Visite: 2073

Commenti recenti

  • Buongiorno Antonio, le consiglio innanzitutto di valutare come gestire la condivisione dell'ufficio da un punto di vista contrattuale. Ne avevamo parlato qualche tempo fa su Blogaffitto in questo articolo: http://www.blogaffitto.it/categorie/statisticamente/ufficio-condiviso-o-co-working-come-il-pro...
    0
  • antonio

    Dispongo di in laboratorio.ufficio.open spiace alle porte di milano di mq 170 e visto che risulta troppo grande per la mia attività attualmente come potrei fare per affittarlo in condivisione? mi potrebbe dare qualche suggerimento grazie
    0
Visualizza altri commenti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Londra capitale europea del mattone, ma anche del caro-affitti: oltre 900€ per una casa in locazione, con un rapporto tra affitto e reddito pro capite quasi pari al 40%. Situazione preoccupante anche in Spagna, paese in cui non a caso i movimenti anti-sfratto stanno conducendo negli ultimi anni durissime battaglie sociali e politiche. Italia e Francia ferme al 30%, Germania la più conveniente tra le nazioni maggiori. Locazioni low cost nell'Europa dell'ex blocco sovietico, ma non ovunque.

 

Commenti recenti

  • Buongiorno Antonio, le consiglio innanzitutto di valutare come gestire la condivisione dell'ufficio da un punto di vista contrattuale. Ne avevamo parlato qualche tempo fa su Blogaffitto in questo articolo: http://www.blogaffitto.it/categorie/statisticamente/ufficio-condiviso-o-co-working-come-il-pro...
    0
  • antonio

    Dispongo di in laboratorio.ufficio.open spiace alle porte di milano di mq 170 e visto che risulta troppo grande per la mia attività attualmente come potrei fare per affittarlo in condivisione? mi potrebbe dare qualche suggerimento grazie
    0
Visualizza altri commenti
by Andrea Saporetti
on Luglio 01, 2015
Visite: 4432

Commenti recenti

  • loredana leone

    Andrea sei un genio oltre che un uomo bellissimo!!!!!!!!!!!!!! Copierò il tuo articolo di sana pianta e lo pubblicherò. su una rivista di Fiumicino, chiaramente a firma tua: il mondo ti deve conoscere. Un bacione Loredana
    0
  • pina

    GRAZIE!!
    0
Visualizza altri commenti

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Sono cinque, ma potevano essere molte di più. Sono quelle principali, non le sole quindi. Sono le cinque più valide motivazioni per cui chi deve affittare un immobile, anziché affidarsi ad un mediatore che si occupa di vendite e solo occasionalmente di locazioni, potrà trovare più conveniente che scelga chi dell'affitto fa la propria professione, ogni giorno.

Commenti recenti

  • loredana leone

    Andrea sei un genio oltre che un uomo bellissimo!!!!!!!!!!!!!! Copierò il tuo articolo di sana pianta e lo pubblicherò. su una rivista di Fiumicino, chiaramente a firma tua: il mondo ti deve conoscere. Un bacione Loredana
    0
  • pina

    GRAZIE!!
    0
Visualizza altri commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati