Cerca

La crisi è finita, quasi.

by Isabella Tulipano
on Dicembre 01, 2017
Visite: 867

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
mercato immobiliare esce dalla crisi

Crisi quasi superata, per l’immobiliare.

Il clima che si respira tra gli esperti del settore è molto positivo. I primi segnali, che si aspettavano da anni, danno coraggio agli analisti che finalmente, dopo anni di brutte notizie, possono diffondere qualche buona nuova e proiettarsi, seppure con la dovuta prudenza, verso uno scenario futuro più roseo.


Anche alla presentazione del report Nomisma, la società di ricerche bolognese, solitamente molto prudente, si è sbilanciata leggendo alcuni segnali positivi nella ripresa del numero di compravendite, nel fatto che il mercato di Milano, positivo, faccia di solito da traino per gli altri mercati, nella generale fiducia espressa dagli addetti del settore.

Alla presentazione, a Milano, del 3° Rapporto sul Mercato Immobiliare 2017 targato Nomisma, gli analisti del contesto macro economico hanno sottolineato le difficoltà che ancora caratterizzano la ripresa economica del nostro paese, con ancora una certa instabilità economica che non aiuta le previsioni di crescita del nostro Pil, molto contenute rispetto alle prospettive di crescita degli altri paesi dell’eruozona.

NUMERO COMPRAVENDITE

 

Ma ci sono anche segnali positivi, che derivano proprio dal mercato immobiliare: tornano a salire (seppure in una percentuale più bassa di quello che ci aspettava) il numero di compravendite concluse, attestandosi attorno ad un +5,7% rispetto al 2016.
Attestandosi ancora al di sotto della soglia delle 600 mila, soglia che forse determina la capacità reale del mercato delle compravendite in Italia.

I PREZZI

 

Per la prima volta, dopo anni, i prezzi sono in calo, ma con riduzione veramente minima di un -0,5% ma con un segnale importante di ripresa dettato dal segno + che registrano i valori a Milano, storicamente il mercato che fa da traino.

TEMPI

 

Continuano ad essere abbastanza lunghi i tempi necessari per vendere un immobile abitativo, per ora in media 6,5 mesi; ancora ampia quindi l’offerta di immobili da collocare.

LOCAZIONI


Anche Nomisma conferma quanto già rilevato dall’Ufficio Studi Solo Affitti sulla vivacità del mercato, l’aumento del numero di contratti, determinato soprattutto da una più alta mobilità lavorativa, dal ritorno degli studenti e dagli affitti brevi.

SEGNALI POSITIVI


I principali segnali positivi derivano dalla ripresa delle erogazione dei mutui, dovuta a:


• Tassi di interesse ai minimi storici con garantiscono rate particolarmente basse
• Ripresa economica
• Ritrovata capacità selettiva
• Minor gap tra richieste e concessione del credito

Insomma, un 2017 che si chiude tra segnali di speranza e la quasi certezza che il mercato immobiliare, e per fortuna, sia al punto di svolta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Canoni di affitto: nel 2017 + 2,6%

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Anziani in usufrutto: la crisi spinge le vendite della nuda proprietà. Aumenti fino al 36% in un annoAnziani in usufrutto: la crisi spinge le vendite della nuda proprietà. Aumenti fino al 36% in un anno
Vendere casa senza privarsi della possibilità di abitarci dentro, vita natural durante. Soluzione, la vendita della nuda proprietà con...
Compravendita immobiliare, senza notaio quell’atto non s’ha da fare.Compravendita immobiliare, senza notaio quell’atto non s’ha da fare.
Qualche mese fa avevamo dato notizia di una misura contenuta nel Dl Concorrenza che se approvata avrebbe letteralmente rivoluzionato il mercato...
Immobiliare, ok il primo semestre. 3 ragioni per cui stavolta la ripresa del settore potrebbe essere realeImmobiliare, ok il primo semestre. 3 ragioni per cui stavolta la ripresa del settore potrebbe essere reale
Ogni anno, negli ultimi anni, le previsioni economiche hanno ciclicamente annunciato la ripresa del settore immobiliare. Ripresa che, puntualmente,...
La badante di condominio: una nuova soluzione anticrisi e pro risparmio.La badante di condominio: una nuova soluzione anticrisi e pro risparmio.
Se pensiamo alle principali finalità per cui nasce l'istituto del condominio, non possiamo non pensare alla necessità di mettere insieme...