Cerca

Affitti a studenti fuori sede, estesa la platea per le detrazioni 2018.

by Chiara Bianchi
on Gennaio 17, 2018
Visite: 1076

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Bonus Irpef canoni di affitto per studenti fuori sede

Nuove condizioni per usufruire della detrazione per gli affitti a studenti fuori sede.

Gli studenti universitari fuori sede cominciano l’anno con una bella novità. La Legge di Bilancio per il 2018 ha infatti modificato le condizioni per ottenere la detrazione del 19% per i canoni dell’appartamento preso in affitto per motivo di studio.  

La misura non modifica l’ammontare dell’agevolazione, che quindi resta fissa al 19%, bensì la platea di quanti possono richiederla. In sostanza gli studenti fuori sede possono usufruire della detrazione per le spese sostenute per l’affitto dell’appartamento anche nel caso in cui l’Università:

- sia ubicata in un comune appartenente alla stessa provincia di residenza, purché i due comuni siano distanti almeno 100 km;
- sia ubicata in un comune di residenza distante almeno 50 km se gli studenti sono residenti in zone montane o disagiate.

Le agevolazioni Irpef così strutturate sono concesse per i periodi d'imposta in corso al 31 dicembre 2017 e al 31 dicembre 2018, quindi le spese si possono scaricare nelle dichiarazioni dei redditi da presentare nel 2018 e nel 2019, con un tetto di spesa pari a 2.633 euro l'anno che, a conti fatti, corrisponde a un rimborso massimo di 500 euro. Il testo della Legge non specifica tuttavia quali siano i comuni considerati “disagiati”; restiamo pertanto in attesa di maggiori indicazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Il conseguimento dell’agevolazione si gioca tutta sulla distanza dell’università dal comune di residenza dello studente. Per calcolare le distanze le Entrate chiariscono che occorre fare riferimento al percorso più breve che intercorre tra, appunto, il comune di residenza e quello in cui ha sede l’ateneo, rispetto a una qualsiasi delle vie di comunicazione esistenti (che potrebbe essere stradale ma anche ferroviaria). Lo studente acquisisce il diritto alla detrazione se almeno uno dei percorsi risulta pari o superiore alla distanza indicata di 100 km (50 km per chi vive in zone montane o disagiate, secondo le ultime novità normative). 

Detrazione a studenti fuori sede: la normativa prima del 2018.

 

La normativa in vigore, modificata dalla legge di Bilancio con l'art. 15, comma 1, lett. i-sexies, del Tuir, prevede la detrazione, nella misura del 19% ed entro un limite massimo di euro 2.633,00 per le spese sostenute da studenti universitari iscritti a corsi di laurea presso una Università situata in un comune distante almeno 100 km da quello di residenza e in provincia diversa. Il contratto deve essere naturalmente registrato e stipulato ai sensi della legge 431/1998. Non è quindi obbligatorio, per usufruire della detrazione del 19%, la stipula del solo contratto concordato a studenti fuori sede, ma sono oggetto dello sconto Irpef anche il contratto libero o il transitorio, nonchè, come specificato dalla legge, il contratto di ospitalità o quello stipulato con collegi universitari o Onlus e cooperative; resta invece escluso dallo sconto il contratto di sublocazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Studenti universitari, in crescita gli affitti al nord. Milano la più cara, Roma in calo
10 consigli per studenti fuori sede alle prime armi: da studiare prima di praticare.
Rimborso spese per affitto studenti universitari: come indicarli in sede di dichiarazione dei redditi.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Studenti universitari, in crescita gli affitti al nord. Milano la più cara, Roma in caloStudenti universitari, in crescita gli affitti al nord. Milano la più cara, Roma in calo
Caro-affitti per le stanze singole (+5%), in leggero calo invece le doppie (-2%). Valori in aumento al nord, stabili o in ribasso al centro-sud. &...
Studenti universitari, quanto pagano per un posto letto in affitto nell’anno accademico 2016/2017?Studenti universitari, quanto pagano per un posto letto in affitto nell’anno accademico 2016/2017?
Posto letto per studenti: quanto costa, città per città. L’anno accademico 2016/2017 è appena cominciato per migliaia di...
Studenti universitari, oltre il 40% del budget se ne va per l’affitto. Qualche consiglio per i fuori sedeStudenti universitari, oltre il 40% del budget se ne va per l’affitto. Qualche consiglio per i fuori sede
Facciamo i conti in tasca ai tantissimi studenti universitari che si stanno organizzando in vista dell’avvio dei corsi, dando qualche...
Studenti, in stanza doppia risparmio medio del 26%. Roma la città in cui condividere conviene di piùStudenti, in stanza doppia risparmio medio del 26%. Roma la città in cui condividere conviene di più
Comfort vs. risparmio. Per uno studente universitario fuori sede, la scelta tra l’affitto di una stanza singola o di una doppia è il...
Professione studente: prezzi stabili e canone concordato per chi cerca una sistemazione in affitto.  Professione studente: prezzi stabili e canone concordato per chi cerca una sistemazione in affitto.
Mancano due settimane all’apertura del nuovo anno accademico, quello della Buona università che secondo le intenzioni del Governo segner&...