Cerca

Un'ordinaria manutenzione straordinaria

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Marzo 14, 2013
Visite: 4380

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Casa nuova, vita nuova! Quante volte sistemando una camera, comprando un nuovo mobile, guardando le vetrine ci vengono in mente nuove idee e voglia di cambiare qualcosa nella nostra casa, spostare una finestra, ritinteggiare, cambiare una porta? E mentre, dopo aver convinto il partner che trascorrere la domenica pomeriggio in un grande magazzino fa bene alla vita di coppia, si parte alla ricerca del materiale.. comincia a sorgere un dubbio: ma posso farlo? Devo chiedere un'autorizzazione? È un lavoro ordinario o straordinario?

Ecco qui le informazioni utili.


Caratteristica dei lavori di manutenzione ordinaria è il mantenimento degli elementi di finitura e degli impianti tecnologici, attraverso opere sostanzialmente di riparazione dell'esistente (ad esempio il rifacimento dell'impianto elettrico , dei sanitari di un bagno o la sostituzione dei pavimenti, la tinteggiatura).
Per la manutenzione ordinaria non è richiesta alcuna autorizzazione, tranne nei casi in cui l'edificio è vincolato dalla sovrintendenza ai beni architettonici; è sufficiente compilare un modulo molto semplice con cui avvisare l'ufficio competente del Comune, anche solo un giorno prima dell'inizio dei lavori, per evitare qualsiasi futuro contenzioso con il classico vicino impiccione!
Gli interventi di manutenzione straordinaria sono finalizzati a mantenere in buono stato l'intero edificio e quindi comprendono le opere e le modifiche per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, con la condizione di non alterare i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non modificare le finalità di utilizzo (destinazione d'uso). Tra quest'ultimi sono compresi ad esempio la sostituzione di infissi interni con la modificazione di materiale e gli interventi finalizzati al risparmio energetico.
Interventi che , grazie al l'entrata in vigore della Legge n.73 del 22/05/2010, di conversione del Decreto Legge 40/2010, diventano più semplici ed immediati. Infatti, è sufficiente, ora, inviare al Comune, prima di aprire il cantiere, una Comunicazione (corredata di relazione tecnica e progetto firmati da un progettista abilitato) e poi iniziare subito i lavori, senza aspettare i 30 giorni richiesti in precedenza dalla presentazione della Denuncia di Inizio Attività, con un notevole risparmio di tempo e denaro!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Spese forfettarie o a conguaglio? Cosa posso o non posso prevedere per essere in regola.
Spese condominiali: una questione millesimale!


Per qualsiasi quesito sull'affitto, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Stefano

    Buonasera, sono proprietario di un appartamento locato (contratto cedolare secca 3+2 regolarmente registrato), l'appartamento locato è parte di una villettina bifamiliare quindi non esiste condominio. Vorrei fare alcuni lavori di ristrutturazione (cambiare gli infissi e rifacimento di un bagno ovviamente a mie spese ) l'inquilino non vuole ed oltretutto non vuole nemmeno farmi fare una perizia da parte di un tecnico abilitato.la domanda è: può farlo ? Per ora le comunicazioni si sono svolte per telefono o per messaggio è opportuno scrivergli una raccomandata. Grazie

  • Gentile Stefano, come proprietario lei ha pieno diritto di chiedere di vistare o far visitare l'immobile e di procedere con le ristrutturazioni; vi accorderete magari per compensare eventuali disagi che l'inquilino potrebbe subire durante i lavori.

  • Loredana Secci

    Salve, volevo un informazione, abito in un condominio dove una famiglia si è lamentata x il consumo dell'acqua con la padrona, avendo altri vicini che riempiono piscine x loro è un problema, ora abbiamo un contatore unico x tutti e la padrona ha deciso di mettere il contatore in ogni alloggio e ha detto che dobbiamo contribuire alla spesa,ma secondo voi è giusto? E un altra cosa la pulizia della caldaia è a carico nostro? Aspettando risposta distinti saluti
    Loredana Secci

  • Buongiorno Loredana, la spesa per l'installazione del contatore è a carico del proprietario, mentre la pulizia della caldaia in effetti compete all'inquilino. trova qui la tabella con la ripartizione

  • Pino

    Parte di casa di campagna in affitto. L'abitazione presa in locazione insiste su una proprietà più grande comprensiva di altra abitazione, terreni e depositi tutti nell'uso esclusivo del proprietario. Il tutto servito, sin dal primo momento, da un già esistente cancello elettrico automatico, di cui il proprietario mi fornì il relativo telecomando. A chi compete la spesa di sostituzione della scheda elettronica bruciata ?

  • Buongiorno Pino, la sostituzione degli elementi viene considerata spesa straordinaria; se il guasto è dovuto ad usura e non a sua negligenza spetta al proprietario.

  • Roberto

    Buongiorno,ho subito un furto nell'appartamento che sono in affitto ,il proprietario non vuole sistemare la porta di ingresso che hanno rotto,preciso che ho in casa una minorenne e io sono fuori tutto il giorno per lavoro cosa devo fare?Grazie

  • Gentile Roberto può pretendetela riparazione, al limite anticipando la somma e de-traendola poi dal canone mensile da versare.

  • elisa

    Scusate se mi intrometto in questa conversazione, ma il suggerire di defalcare dall'importo dell'affitto è una pratica illegale:l affitto no. si può per legge toccare

  • Maurizio

    Il mio inquilino ha fatto sostituire il crono termostato ambientale manuale in quanto l'idraulico ha detto che era rotto.
    Non mi hanno avvisato.
    Ne hanno installato uno digitale molto sofisticato .
    Ora mi chiedono senza fattura né senza avere conservato il vecchio di provvedere al pagamento di €120,00+Iva
    Come mi devo comportare?
    Grazie

  • Gentile Maurizio senza fattura potrebbe rifiutarsi di pagare intanto, inoltre può contestare il fatto che non sia stato preventivamente avvisato.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Bamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitoriBamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitori
Ben l’80% dei giovani italiani non se ne va dalla casa di mamma e papà prima dei 30 anni. C’entra la crisi, ma non solo  ...
Manutenzione ordinaria è (anche) aprire le finestreManutenzione ordinaria è (anche) aprire le finestre
Tu che sei un bravo inquilino sai bene che la manutenzione ordinaria è compito tuo. Quello che forse non sai è cosa vuol dire...
Caro inquilino, la tua casa è come un calzinoCaro inquilino, la tua casa è come un calzino
Ti è mai successo di ritrovarti con un calzino bucato? Dai, niente imbarazzi, capita a chiunque. Di solito proprio quando vai a comprare...
Obbligo di installazione delle valvole termostatiche: chi paga se l'appartamento è in affitto?Obbligo di installazione delle valvole termostatiche: chi paga se l'appartamento è in affitto?
Entro il 31 dicembre 2016 è previsto l’obbligo di installare le valvole termostatiche con i contabilizzatori di calore in tutti gli...
Optional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affittoOptional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affitto
Internet, una dotazione ormai imprescindibile nelle case di moltissimi italiani. Anche se, quando si va a vivere in affitto, soprattutto se...