Cerca

Entrare e lasciare un luogo ha le sue regole, proprio come un giro di valzer. E per essere dei buoni partner bisogna conoscerle e rispettarle, a tutto vantaggio di una bella coreografia. L’incontro tra pensieri e spazi però molto spesso ha le sue difficoltà. Tra vicende particolari, cavilli e casi che si ripetono sempre uguali, diamo voce alle vostre storie e chiediamo lumi al nostro esperto.

Rimani aggiornato sull'argomento

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Giugno 05, 2018
Visite: 3210

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Come calcolare gli acconti di giugno di Imu e Tasi. Facciamo qualche esempio pratico.

Per quanto il mese di giugno abbia tanti motivi per essere tra i più amati dell'anno, in primis l'arrivo dell'estate, ne ha quasi altrettanto per essere un mese molto odiato. Le scadenze di giugno sono da sempre molto numerose e negli ultimi anni si sono aggiunte quelle Imu e Tasi a complicare la vita dei contribuenti. Molti si rivolgono ai propri commercialista o Caf di fiducia per capire quanto pagare, molti Comuni usano i siti internet per offrire ai cittadini un servizio di calcolo on line, noi proviamo a fare un esempio, con la città di Verona, augurandoci possa essere esplicativo e chiarificatore per molti.

Leggi tuttoImu, Tasi e gli acconti di giugno! Il calcolo si complica, le informazioni si moltiplicano....
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Aprile 06, 2018
Visite: 2975

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Qual è la durata di un contratto di affitto? Solo pochi giorni o per tutta la vita?

In un momento in cui si fa un gran parlare di affitti brevi, di contratti per pochi giorni o per i pochi mesi necessari a trovare una sistemazione poi più duratura, ecco che ci viene in mente, per strane combinazioni mentali, che esistono in realtà anche particolarissimi articoli del Codice Civile che permetterebbero di affittare un immobile anche per l’intera durata di vita dell’inquilino. Un affitto a vita? Sembra proprio che anche questo sia possibile.

Leggi tuttoDurata contratto di affitto: breve o perenne?
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Marzo 06, 2018
Visite: 4502

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

In realtà, conviene affittare. Sempre.


La nostra risposta ci porta a tranquillizzare innanzitutto quanti hanno un immobile da mettere a reddito: l’incasso mensilmente ricevuto per l’affitto di un immobile abitativo rappresenta una fonte di entrate non da capogiro, ma solida. L’investimento nel mattone da tempo ha costituito, per i tanti risparmiatori spaventati dai saliscendi delle borse, un porto sicuro in cui gettare l’ancora dei risparmi. Non parliamo, è vero, di navigare nell’oro (per mantenere la metafora del mare), ma di godere della calma e la serenità che le acque calme e sicure sanno regalare. Ma se all’orizzonte giungono le nuove ammaliatrici sirene degli affitti brevi.. cosa fare?

Leggi tuttoConviene affittare per brevi o per lunghi periodi?
by Andrea Cioli
in Esperto
on Febbraio 16, 2018
Visite: 17326

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Obbligo di attestazione delle associazioni per la riduzione della cedolare secca nei canoni concordati.

Per ottenere la riduzione del 10% sulla cedolare secca in caso di stipula di contratto a canone concordato è obbligatorio per i contraenti acquisire l’attestazione delle associazioni di categoria, anche per poter dimostrare all’Agenzia delle Entrate, in caso di verifica fiscale, la correttezza delle deduzioni utilizzate.

Leggi tuttoCedolare secca, per l’applicazione della riduzione nei canoni concordati è obbligatoria...
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Febbraio 07, 2018
Visite: 2455

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Tra chimere e aiuti possibili.


È ormai scoppiata la mania del meme di Silvio Berlusconi che promette di togliere qualsiasi cosa, più o meno seria: dalle tasse ai dolci alle calorie; o di restituire qualcosa: dal benessere economico al famoso Marco della canzone di Laura Pausini. Abbiamo giocato anche noi inventandoci la promessa di togliere le spese condominiali dall’affitto.. ma tra il serio e faceto abbiamo pensato che la questione casa potrebbe, anzi dovrebbe, in realtà occupare seriamente i programmi elettorali. Per una politica che sostenga chi ha bisogno di una sistemazione, che incentivi chi può offrirla e che guardi anche al reparto commerciale per svecchiare la legge ferma da 30 anni e anche in questo modo sostenere la ripresa economica.

Leggi tuttoPromesse elettorali e sogni dei cittadini.
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Gennaio 09, 2018
Visite: 2292

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Sale il tasso d’interesse legale: dal 01 gennaio è dello 0,3%

 

Novità per il tasso di interesse legale: anche quest’anno si cambia. E se negli ultimi anni il cambiamento aveva sempre comportato una riduzione della percentuale applicata, per quest’anno la tendenza si inverte. Il tasso di interesse sale dallo 0,1% allo 0,3%, percentuale che verrà applicata a partire dal 1 gennaio 2018sui depositi rilasciati a garanzia dell’affitto, ad esempio.

Leggi tuttoNuovo interesse legale allo 0,3%
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Ottobre 11, 2017
Visite: 3066

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Diritti e doveri in caso di casa assegnata per divorzio.

“Chi divorzia adotta una massima di Leibniz: Non discutiamo più, calcoliamo".Mario Postizzi.


Partiamo da questa massima per confermare che con la casa sicuramente gli ex coniugi si troveranno a dover fare i calcoli su chi rimane e chi dovrà fare le valige; calcoli su chi dovrà pagare le tasse: quali e in quale misura. Insomma, che una separazione lasci strascichi lo sapevamo già, quello che forse non è chiaro è cosa succede alla casa in cui si viveva quando si era felici e contenti: da proprietari o da inquilini. Finchè mattone non ci separi!

Leggi tuttoCasa e divorzio: come gestire la casa assegnata.
by Andrea Cioli
in Esperto
on Settembre 19, 2017
Visite: 9231

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

L’agenzia delle entrate ha adottato un nuovo modello per la registrazione telematica dei contratti di affitto.

Con Provvedimento prot. 112605 del 15 giugno 2017 l’Agenzia delle Entrate ha approvato un nuovo modello RLI, con relative istruzioni.

Tale modello andrà utilizzato a partire dal prossimo 19 settembre e pertanto è opportuno fare una carrellata delle principali differenze rispetto al precedente, fermo restando che l’Agenzia delle Entrate ha già prodotto le nuove istruzioni per il modello, riportanti le indicazioni complete.

N.B.: Una specifica importante: le indicazioni sono quasi esclusivamente riferite al modello cartaceo e non all’utilizzo di RLI web.

Leggi tuttoNuovo Modello RLI: nuove regole per la registrazione
by Isabella Tulipano
in Esperto
on Settembre 12, 2017
Visite: 2743

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Tanti modi per diventare proprietari di casa.


Prendere in affitto una casa o comprarla? Questo il principale dilemma per chi non sa cosa scegliere e vuole conoscere i vantaggi di una soluzione rispetto all’altra. Le valutazioni principali riguardano le questioni economiche: chi sceglie di acquistare spesso si pone il dubbio di avere la sufficiente liquidità per farlo. Nella gran parte dei casi dovrà ricorrere alla banca per accendere un mutuo, procedura che fino a qualche anno fa appariva semplice ma oggi risulta un po’ più complessa. Nonostante ciò le condizioni di oggi sono più vantaggiose rispetto al passato. Alla semplice erogazione del mutuo, infatti, si affiancano altre forme più complesse e convenienti, come ad esempio l’accollo del mutuo.

Leggi tuttoAffitto e dintorni: l’accollo del mutuo
by Andrea Cioli
in Esperto
on Settembre 07, 2017
Visite: 7697

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

L’agenzia delle Entrate chiarisce il regime sanzionatorio per ritardi in cedolare secca.


Con la Risoluzione 115/E del 1° settembre 2017 l’Agenzia delle Entrate ha fornito un importante chiarimento riguardante l’applicazione della sanzione (recentemente introdotta dal Decreto Legge 193/2016 e in vigore dal 3 dicembre scorso) per tardiva proroga di un contratto in cedolare secca o per tardiva risoluzione di un contratto nel medesimo regime fiscale. Una novità che in realtà è un’interpretazione puntuale della norma che prevede, sempre, degli “sconti” in caso di ravvedimento operoso, ovvero di adesione spontanea dei contribuenti a regolarizzare situazioni di ritardi.

Leggi tuttoUltimissime novità sulle sanzioni per proroga e risoluzione in cedolare secca..

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto