Cerca

"You get what you measure", parola di John H. Lingle, famoso consulente aziendale. Una filosofia dei numeri, intesi come la base attraverso cui osservare la realtà. Ma se è vero che le statistiche sono uno strumento dell'informazione, bisogna ricordare che non basta avere dei dati: si tratta anche, o soprattutto, di saperli interpretare.

Rimani aggiornato sull'argomento

by Andrea Saporetti
on Marzo 13, 2017
Visite: 887

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
I giovani italiani ultimi per propensione a lasciare la casa dei genitori

Ben l’80% dei giovani italiani non se ne va dalla casa di mamma e papà prima dei 30 anni. C’entra la crisi, ma non solo

 

Non siamo abituati ad essere i primi nelle classifiche internazionali, ma stavolta possiamo fregiarci di questo titolo.
Nel panel di paesi analizzati dall’OCSE l’Italia non ha rivali per quota di giovani che non sono usciti dal nido familiare nei primi 30 anni della loro vita.

by Andrea Saporetti
on Febbraio 22, 2017
Visite: 1756

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Comprare casa per i giovani: da passaggio imprescindibile a scelta di vita troppo impegnativa.

 

 

L’acquisto di un’abitazione è sicuramente cosa di per sé non facile per i giovani d’oggi. Ma neppure così ambita, a quanto pare.
È quanto emerge da un’indagine Doxa per Idealista che fornisce uno spaccato sulla preferenza tra acquisto e affitto dell’abitazione per i giovani che vanno a vivere fuori casa dei genitori.
Se per le generazioni uscite di casa negli anni ’70 e ’80 la proprietà era l’approdo preferito da chi poteva permetterselo, oggi appare a sempre più giovani come una scelta troppo rigida e impegnativa.

 

by Andrea Saporetti
on Gennaio 26, 2017
Visite: 2202

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Previste più transazioni di mercato nelle grandi città. Canoni abitativi stabili quasi ovunque, solo a Milano segnali di crescita.

 

Nonostante la discreta ripresa delle compravendite (+23% negli ultimi tre anni), gli operatori ritengono ancora possibile un moderato aumento del ricorso alla locazione nelle grandi città.

Anche se il mercato sembra destinato a proseguire la propria espansione, non si prevedono particolari rincari per i canoni di affitto: solo A Milano le previsioni evidenziano una prosecuzione della crescita già riscontrata nell’ultimo biennio.

by Andrea Saporetti
on Gennaio 18, 2017
Visite: 1877

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
Affitto, sono i trilocali a suscitare maggiore interesse negli inquilini. In calo i monolocali

Grazie ai ribassi dei canoni di locazione degli ultimi anni, molti inquilini possono permettersi una stanza in più per la propria casa in affitto.

 

L’analisi condotta dal franchising immobiliare Solo Affitti per il 2016 evidenzia un buon dinamismo per i trilocali, i cui canoni sono in aumento anche grazie alla maggiore richiesta. In ribasso invece i monolocali, meno domandati e, quindi, sempre più deprezzati. Con i costi di affitto scesi negli ultimi anni chi sceglie casa può pensare ad un immobile più spazioso per la propria famiglia.

by Andrea Saporetti
on Novembre 25, 2016
Visite: 2306

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il punto sul mercato della locazione del 2016 secondo l'analisi Solo Affitti

Canoni di affitto a due velocità tra nord e sud. Va forte l’abbinamento tra cedolare secca e canone concordato. In aumento chi si trasferisce per lavoro.

 

Quali novità nel mercato dell’affitto nel 2016? Grazie al “Report sul mercato delle locazioni” di Solo Affitti di quest’anno, appena uscito, vediamo insieme gli 8 elementi di maggiore interesse che hanno caratterizzato gli affitti residenziali nelle città capoluogo di regione. Un sguardo di sintesi per comprendere cosa sta accadendo su un mercato come quello dell’affitto, che da solo vale oltre un milione e mezzo di contratti di locazione ogni anno.

by Andrea Saporetti
on Settembre 28, 2016
Visite: 2513

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
Quale risparmio è possibile conseguire grazie all'installazione delle valvole termostatiche nei termosifoni

Importante novità di questo autunno all’insegna dell’efficienza energetica. Prima dell’accensione delle caldaie sarà necessario adeguare alla normativa che impone l’obbligo di installare le valvole termostatiche e i contabilizzatori di calore in ogni condominio a riscaldamento centralizzato. Obiettivo: una minore spesa per il riscaldamento per gli inquilini virtuosi e un complessivo risparmio energetico. Le spese di installazione possono essere impegnative, ma rimane il dubbio: quanto si risparmierà in bolletta?

by Andrea Saporetti
on Settembre 07, 2016
Visite: 1955

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Torino e Napoli tengono meglio, a Genova e Firenze i cali più importanti. La mappa dei ribassid dei prezzi degli affitti dei locali commerciali

Cali importanti nei prezzi delle locazioni commerciali, frutto della ridotta richiesta di negozi in affitto che la crisi economica ha portato con sé. Dato senza dubbio negativo, quello sul crollo dei canoni di affitto dei negozi, che tuttavia nasconde anche interessanti opportunità. Il minor costo degli affitti costituisce indubbiamente un vantaggio per chi è in cerca di un locale commerciale per la propria attività, così come per i negozianti in cerca di un immobile più economico o meglio posizionato rispetto a quello in uso.

by Andrea Saporetti
on Agosto 30, 2016
Visite: 2067

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Un confronto a livello europeo sul deposito cauzionale richiesto agli inquilini che affittano casa

Paese per paese, un’analisi di quanto in Europa viene richiesto all’inquilino a titolo di cauzione per i danni a immobile e arredi, ma anche come garanzia del regolare pagamento del canone.

 

Si passa da situazioni come quelle della Svezia, unica nazione nella quale per legge non è possibile nelle locazioni abitative richiedere alcun deposito cauzionale all’inquilino, a paesi come Germania e Danimarca, in cui non si va sotto le 3 mensilità. Con tante vie di mezzo: in un contesto piuttosto variabile, l’Italia non può certo considerarsi uno dei paesi più convenienti per chi va a vivere in affitto.

by Andrea Saporetti
on Agosto 09, 2016
Visite: 1798

Commenti recenti

  • nicola

    mia figlia insieme al suo ragazzo andranno a studiare a ravenna debbono stipulare contratto di oocazione bilocale ammobiliato l'agenzia gli ha proposto un contratto di lebero abitativo 4x4 le sopese di registrazione li debbono pagare i ragazzi e a quanto ammontano se il canone è di 530 euro mensili,...
    0
  • chiara

    gentile Andrea, ho letto con interesse le sue precisazioni sulle detrazioni spettanti al genitore che paga l'affitto al figlio studente universitario fuori sede. Le chiedo gentilmente se valgono anche per gli studenti universitari all'ESTERO? Quale documentazione produrre? e se il contratto è ovviam...
    0
Visualizza altri commenti

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
Vediamo il budget dello studente fuori sede e il peso dell'affitto di una stanza tra le sue spese

Facciamo i conti in tasca ai tantissimi studenti universitari che si stanno organizzando in vista dell’avvio dei corsi, dando qualche informazione sulle cose da sapere quando si prende in affitto una stanza.

 

Un esercito di 600 mila studenti universitari fuori sede sta per mettersi in moto, come ogni anno, per fronteggiare le più comuni esigenze: iscrizione al corso di laurea, pagamento delle tasse universitarie, eventuale test di ingresso. Ma bisogna pianificare anche la logistica: l’abbonamento ai mezzi pubblici e l’affitto della stanza o del posto letto, in primis. Ecco un’analisi di quanto incide mediamente il canone di affitto sul budget di uno studente fuori sede, oltre che una pratica guida sulle cose più importanti a cui prestare attenzione quando si va in affitto per motivi di studio.

Commenti recenti

  • nicola

    mia figlia insieme al suo ragazzo andranno a studiare a ravenna debbono stipulare contratto di oocazione bilocale ammobiliato l'agenzia gli ha proposto un contratto di lebero abitativo 4x4 le sopese di registrazione li debbono pagare i ragazzi e a quanto ammontano se il canone è di 530 euro mensili,...
    0
  • chiara

    gentile Andrea, ho letto con interesse le sue precisazioni sulle detrazioni spettanti al genitore che paga l'affitto al figlio studente universitario fuori sede. Le chiedo gentilmente se valgono anche per gli studenti universitari all'ESTERO? Quale documentazione produrre? e se il contratto è ovviam...
    0
Visualizza altri commenti
by Andrea Saporetti
on Giugno 28, 2016
Visite: 2062

Commenti recenti

  • orieto

    IL TELEVISORE CE L'HANNO TUTTI , ANCHE CHI NON PAGA O NON HA MAI PAGATO IL CANONE . PERTANTO SI DOVRA' CONTROLLARE UNO PER UNO QUANTI HANNO PRESENTATO LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI NON POSSEDERE UN APPARECCHIO RICEVENTE . UNO PER UNO VUOLE DIRE PIU' VOLTE ALL'ANNO , PERCHE' SAPPIAMO I DISONESTI...
    0
Visualizza altri commenti

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
Canone RAI, la mappa dell'evasione. Ecco dove avrà maggiore impatto l'inserimento del canone nella bolletta elettrica

Dal 1° luglio 2016 scatta la fatturazione del canone Rai direttamente nella bolletta dell’energia elettrica. Una importante novità che coinvolgerà milioni di famiglie che detengono un apparecchio televisivo. E, nelle aspettative del governo, anche tutti coloro che fino ad oggi avevano evitato di sottostare a questo odiatissimo balzello. Vediamo con una mappa interattiva dove l’evasione è stata maggiore negli ultimi anni.

 

Commenti recenti

  • orieto

    IL TELEVISORE CE L'HANNO TUTTI , ANCHE CHI NON PAGA O NON HA MAI PAGATO IL CANONE . PERTANTO SI DOVRA' CONTROLLARE UNO PER UNO QUANTI HANNO PRESENTATO LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI NON POSSEDERE UN APPARECCHIO RICEVENTE . UNO PER UNO VUOLE DIRE PIU' VOLTE ALL'ANNO , PERCHE' SAPPIAMO I DISONESTI...
    0
Visualizza altri commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati