Cerca

Sgomberi, case sfitte, migranti: le parole chiave dell’autunno.

by Isabella Tulipano
on Settembre 06, 2017
Visite: 785

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Mappare il territorio italiano per trovare case vuote

Una mappa della case sfitte per risolvere l’emergenza abitativa?

Sta facendo ampiamente discutere la proposta avanzata dal Ministro degli Interni Minniti circa la necessità di mappare l’intero territorio nazionale, per conoscere quante e quali case risultano vuote, non occupate da proprietari né da inquilini. Perché tanto scalpore?
Perché qualcuno riduce questo interesse del ministero verso le case sfitte come un modo per confiscare il patrimonio privato ed assegnarlo ai migranti.


La misura, in realtà, segue logiche molto differenti e parte dal presupposto di evitare future occupazioni abusive e relativi sgomberi forzati.
La vicenda, infatti, che ha dato il là alla questione è

lo sgombero del palazzo di via Curtatone a Roma,

dove ancora la situazione risulta calda, con picchetti, manifestazioni e storie di disagio e difficoltà.


Il comune di Roma aveva chiesto l’intervento del governo e a seguito di ciò, sembra sia stata emanata una Circolare, contenente «misure in materia di occupazioni arbitrarie di immobili», rivolta ai prefetti e firmata dal capo di gabinetto del Viminale, Mario Marcone.


Secondo indiscrezioni (non si conosce ancora il testo esatto della Circolare) la stessa contiene, fondamentalmente, 4 punti cardini:


1. La “mappatura”

degli immobili, privati e pubblici, sull’intero territorio nazionale che risultano vuoti, compresi i beni confiscati alle mafie e il loro ricollocamento ai fini abitativi;


2. L’istituzione di una “cabina di regia”

presso il ministero dell’interno, che prevede la partecipazione attiva di Anci, Conferenza delle Regioni ed Agenzia dei beni confiscati alle mafie;


3. Il presidio dei territori locali,

attraverso comitati metropolitani, per evitare le occupazioni abusive e prevedere interventi immediati nel caso in cui ci fossero delle occupazioni, evitando gli sgomberi e le conseguenti vicissitudini come nel caso di Roma. Viene affidato direttamente ai prefetti la sovraintendenza delle attività necessarie per garantire l’esecuzione degli sgomberi, ma anche al salvaguardia degli interessi e dei privati proprietari e dei cittadini in situazione di difficoltà sociale ed economica;


4. La tutela

dei soggetti deboli, in situazioni di difficoltà rispetto alla questione abitativa.


Una misura che insiste, soprattutto nell’immediato, sulla possibilità di utilizzare i beni sequestrati alla mafia per soddisfare le numerose esigenze abitative, non solo dei migranti, ma anche dei tanti cittadini italiani che si trovano in difficoltà.
Mentre non è mai possibile un “sequestro” della proprietà privata; piuttosto si possono pensare misure che incentivino i proprietari di case sfitte a metterle a disposizioni, con agevolazioni fiscali, di chi ha necessità di abitazioni principale.


Di difficile attuazione anche la richiesta avanzata a Roma di usare le vecchie caserme, ricavandone appartamenti: lo stato attuale del patrimonio comporterebbe un notevole dispendio economico per arrivare a tale adeguamento.


Intanto monitoriamo la situazione e aspettiamo indicazioni più precise da parte die prefetti e di altri soggetti coinvolti.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Occupazione abusiva di un immobile, cos’è cambiato con il Piano Casa?

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Cosa fare dei mobili lasciati dall'inquilino?Cosa fare dei mobili lasciati dall'inquilino?
Cosa fare quando l'inquilino non libera l'immobile, lasciando mobili e suppellettili? Impossessarsene? Venderli? Regalarli? La legge, in realtà...