Cerca

La casa dei Royal Baby italiani.

by Chiara Bianchi
on Luglio 26, 2013
Visite: 1280

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Mentre i media di tutto il mondo si scatenavano intorno alla nascita del Royal Baby che, appena uscito dall'ospedale, si è trasferito insieme a mamma e papà in un appartamento a Kensington Palace di quattro piani con una nursery, venti camere e un giardino privato, c'è chi si è chiesto come le giovani coppie italiane riescano a gestire il bisogno di spazio dal momento della venuta al mondo dei loro pargoli.

 

KEEPL'analisi è stata effettuata dal portale Casa.it, che ha pensato di fotografare il percorso dei genitori nostrani, alle prese con difficoltà economiche e necessità di spazio per i propri Royal Baby. La prima domanda che si pongono i genitori in attesa di un figlio è: meglio trasferirsi in un appartamento più ampio in affitto oppure acquistare casa? Secondo i dati del portale, il 60% delle coppie italiane privilegia l'acquisto dell'abitazione, una percentuale più bassa di ben 20 punti rispetto al 2007, che fa salire, di contro, al 40% la preferenza per l'appartamento in affitto.

 

Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it, commenta così: "La locazione è più diffusa nelle regioni del Nord Italia con un peso percentuale del 55% sul totale (30% nel Centro e 15% nel Sud Italia). Oggi oltre il 60% delle giovani coppie in affitto decide di usufruire del bilocale affittato per la vita di coppia anche dopo la nascita del bambino e quindi di posticipare il trasferimento in una casa più grande almeno di tre anni".

 

Anche le richieste della tipologia di abitazione variano a seconda delle aree del Paese. A livello generale, la tipologia più gettonata nelle ricerche di chi vuole acquistare rimane il bilocale, con il 46% della domanda, seguita dai trilocali con il 28%. Nei comuni capoluogo, la domanda di bilocali da 60/80 mq in vendita è maggiore rispetto alla domanda di trilocali superiori ai 100 mq, mentre i budget di acquisto sfiorano il tetto medio di 230.000 euro. Nelle regioni del sud Italia c'è invece maggior richiesta di metrature ampie, dai 90 ai 120 mq; qui i prezzi sono inferiori sia nei comuni capoluogo che nelle cittadine limitrofe, e mediamente per acquistare non si superano i 2.000 euro al mq.



Tuttavia la crisi spinge le coppie ad assumere atteggiamenti più prudenti. Sia che decidano per l'acquisto, sia che scelgano l'affitto di un'abitazione più spaziosa, i neo genitori tendono a dilazionare il trasferimento sin quando è possibile, in attesa di scovare una buona occasione.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Mediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decollaMediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decolla
Tra i fattori principali l’esclusione delle controversie per sfratto, le più numerose, e la scarsa efficacia della gestione...
Perché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 puntiPerché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 punti
Un mercato in crescita da 9 anni consecutivi, una fiscalità particolarmente vantaggiosa per il proprietario e canoni di affitto accessibili per...
Bamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitoriBamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitori
Ben l’80% dei giovani italiani non se ne va dalla casa di mamma e papà prima dei 30 anni. C’entra la crisi, ma non solo  ...
2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?
Comprare casa per i giovani: da passaggio imprescindibile a scelta di vita troppo impegnativa.     L’acquisto di un’...