Cerca

Autore

Andrea Cioli

In un Paese di poeti, santi, navigatori, commissari tecnici ed avvocati può un laureato in Giurisprudenza sfuggire al suo destino e lavorare come guida turistica? Certamente sì, se il tour è nella giungla della locazione. Feticista della spiegazione, temutissimo dai suoi figli per via delle paternali debordanti di premesse, cerca da sempre di coniugare serietà e leggerezza, perché senza regole non esiste gioco, ma senza gioco non esiste niente.

Cedolare secca transitorio

Il chiarimento dell'Agenzia delle Entrate

Nel corso dell’ormai consueto incontro annuale con gli operatori (Telefisco 2017) organizzato dal quotidiano “Sole 24 Ore”, l’Agenzia delle Entrate ha fornito un importante chiarimento interpretativo circa l’aliquota della cedolare secca da applicare in caso di locazione con contratto transitorio ordinario.

In sostanza, qualora il contratto transitorio venga stipulato a canone concordato  in un Comune compreso nell’elenco del CIPE del 2004 (riportante i Comuni considerati “ad alta tensione abitativa”), e in caso di opzione per la cedolare secca, il locatore potrà beneficiare della stessa aliquota agevolata del 10% prevista per gli altri contratti a canone concordato (3+2 e studenti universitari).

Leggi tutto Transitorio a canone concordato? Sì alla cedolare al 10%
Nuove sanzioni proroga

Finalmente buone notizie 

Dalla conversione in legge del Decreto Fiscale una gradita sorpresa per i locatori distratti. Se fino ad oggi, infatti, dimenticare o ritardare la proroga di un contratto in cedolare secca poteva rappresentare un grave problema per il locatore (come abbiamo scritto in questo articolo), d’ora in avanti lo scenario si “ammorbidirà” molto. Per contro, aumenteranno le sanzioni in caso di tardiva risoluzione di un contratto in cedolare secca.

Leggi tutto Proroga o risoluzione tardiva in cedolare? Ci sono novità!

Finalmente una nuova Convenzione Nazionale

Come anticipato in un recente articolo del Blog, il 25 ottobre 2016 è stata stipulata presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti la nuova Convenzione Nazionale tra le Associazioni maggiormente rappresentative di proprietari e inquilini (la precedente risaliva al 1999).

La nuova Convenzione Nazionale, una volta recepita da apposito Decreto Ministeriale, costituirà la base per i futuri Accordi Territoriali locali attraverso i quali verranno definiti i criteri per la stipula dei contratti a canone concordato (o del “secondo canale”).

Fino alla stipula degli Accordi in base alla nuova Convenzione (e al Decreto Ministeriale a venire) varranno gli Accordi attualmente in vigore.

Prima ancora che tale novità produca effetti concreti, dunque, può essere utile una panoramica più dettagliata circa le novità principali che interesseranno i cosiddetti contratti “del secondo canale” in futuro.

Leggi tutto Principali novità negli affitti a canone concordato – Nuova Convenzione 2016
Immobile vincolato

Se è ben noto ai più che la vendita di un immobile “vincolato” (riconosciuto di interesse storico-artistico dalla Soprintendenza) comporti alcuni passaggi peculiari, non sempre è chiaro cosa specificamente comporti la locazione di un immobile del genere, sia a livello contrattuale che agevolativo che, infine, di obblighi comunicativi. Torniamo dunque su questo argomento, già affrontato tempo fa, per fornire un quadro generale di tutti gli aspetti coinvolti.

Leggi tutto Locazione di immobile di interesse storico: come fare?
Conduttore impresa regime fiscale

Un supporto nel caos interpretativo

Ultimamente molto è stato scritto sulla possibilità per il locatore persona fisica di optare per il regime della cedolare secca in caso di immobile concesso in locazione ad un’impresa per l’uso abitativo dei suoi dipendenti.

In particolare, la notizia che più frequentemente si legge è che “finalmente è possibile optare per cedolare in caso di contratto a uso foresteria” ma, nonostante un’informazione del genere parta da presupposti reali, il risultato è che spesso si generi una certa confusione in chi legge: se è vero che finalmente è possibile farlo, perché all’Agenzia delle Entrate continuano a dire il contrario? E’ una notizia fondata o no?

L’obiettivo di questo articolo è fare un po’ di chiarezza e ricostruire lo scenario in merito, cercando di fornire una risposta utile a chi si stia ponendo la fatidica domanda: “opto o non opto?”.

Leggi tutto Opzione cedolare per contratto uso foresteria: facciamo chiarezza
Tempistica proroga cedolare remissione in bonis

Le insidie nascoste nella proroga di un contratto in cedolare secca

Il regime fiscale della cedolare secca ha festeggiato da poco il quinto anno di vita e l’esperienza applicativa ci consente di definirne non solo le opportunità in termini di vantaggio, ma anche alcune criticità operative.

Una, in particolare, sembra essere la principale trappola per i locatori, soprattutto per quelli “fai da te” poco abituati alle scadenze e agli adempimenti previsti per chi mette a reddito il proprio immobile: la proroga di un contratto soggetto a tale regime.

Se infatti la scelta della cedolare porta a una grande semplificazione degli adempimenti, consentendo di bypassare quello del versamento delle annualità successive, è concreto il rischio che il “rilassamento” derivante da questo snellimento si trasformi in un boomerang. Questa considerazione nasce come sempre da un dato reale: il grande numero di segnalazioni di locatori “in difficoltà” che abbiamo ricevuto.

Leggi tutto Proroga del contratto in cedolare secca, allarme rosso!
Reddito da dichiarare

Possibilità per un solo comproprietario di affittare e dichiarare il reddito percepito

Spesso un immobile non ha un unico proprietario ma, per svariati motivi (eredità, comunione ecc.), appartiene a più soggetti.

Ora,  può capitare che, per altrettanto svariati motivi, sia uno solo dei comproprietari ad occuparsi della gestione dell’immobile, e che gli altri se ne disinteressino. E’ dunque importante definire se sia possibile per il singolo comproprietario mettere “in autonomia” a reddito l’immobile e dichiarare interamente il conseguente reddito percepito.

Leggi tutto Chi dichiara il reddito se ad affittare è il singolo comproprietario?

Ancora una volta, una lettrice ci fornisce lo spunto per fare maggiore luce su un aspetto non banale collegato alla “vita” di un contratto di locazione. Si tratta di una questione rilevante dato il crescente ricorso alla condivisione degli appartamenti in affitto da parte di lavoratori, studenti e, come nel caso segnalatoci, delle cosiddette “coppie in periodo di prova”.

Leggi tutto Quando la coppia “scoppia”: il recesso di un solo conduttore dal contratto cointestato

Approfittiamo della richiesta di una lettrice per affrontare in profondità, partendo dal caso specifico, un argomento di interesse diffuso sul quale forse non è ancora stata fatta la chiarezza necessaria, pur essendo l’Italia una Repubblica attualmente fondata sul dissesto idrogeologico: l'agevolazione concessa ai locatori di immobili situati in Comuni oggetto negli ultimi anni di calamità naturali.

Leggi tutto Comuni in stato di emergenza e cedolare secca al 10%: approfondiamo.

Sfatiamo l'ennesimo luogo comune: non è vero che il conduttore di un contratto transitorio per studenti universitari possa sempre fruire delle vantaggiose detrazioni previste per questa categoria di conduttori. Il caso del dottorando ci aiuta a capire meglio.

Leggi tutto Contratto o detrazioni per studenti universitari? La differenza c’è e a volte si vede!

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati