Cerca

Autore

Chiara Bianchi Google Plus

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.

Cedolare secca anche per gli affitti brevi

Affitti brevi e nuova tassazione: si potrà optare per la cedolare secca al 21%.

È ufficiale: dopo tante anticipazioni è diventata legge la norma che detta un nuovo regime fiscale per gli affitti brevi. A partire dal 1 giugno 2017 ai proprietari che dichiarano un reddito proveniente da questa particolare tipologia di locazione verrà data la possibilità di optare per la cedolare secca al 21%, in genere più conveniente del regime Irpef la cui aliquota minima è, in questo caso, del 23%.

Leggi tutto A giugno 2017 arriva la cedolare secca anche per gli affitti brevi.
Dichiarazione 2017: le spese da detrarre per la casa

Tutte le spese per la casa e l'affitto che si possono detrarre nella dichiarazione dei redditi 2017.

Siamo arrivati come ogni anno al periodo in cui raccogliere le idee, ma soprattutto le fatture e le ricevute delle spese sborsate durante i 12 mesi passati, da presentare in sede di dichiarazione dei redditi per poter usufruire delle agevolazioni fiscali previste a seconda della tipologia di spesa sostenuta.

Leggi tutto Quali spese su casa e affitto posso detrarre dalla dichiarazione dei redditi 2017?
Affitti canone concoradto: novità

Canoni, agevolazioni fiscali e tanto altro: come cambiano i contratti concordati.

Novità per gli affitti a canone concordato e in generale per i contratti agevolati: con la pubblicazione del decreto dei Ministeri delle Infrastrutture e dell’Economia e Finanze in Gazzetta Ufficiale, n.62 del 15 marzo 2017, viene recepita la Convenzione nazionale che i sindacati degli inquilini e le associazioni dei proprietari avevano firmato il 25 ottobre 2016.

Leggi tutto Affitti agevolati, dopo 18 anni ridefiniti i canoni e gli sconti fiscali.
Cedolare secca: boom nel 2015

Boom della cedolare secca nel 2015, scelta nel +22,4% dei casi di nuovi contratti di affitto.

Sono 1,7 milioni i proprietari di case che hanno registrato un contratto di affitto con l’opzione della cedolare secca nel 2015, una cifra che fa volare il regime fiscale secco a +22,4% rispetto al 2014. I dati sono contenuti nelle annuali “Statistiche sulle dichiarazioni fiscali. Analisi dei dati Irpef” del Ministero dell’Economia e delle Finanze e riguardano in questo caso l’anno d’imposta 2015, ovvero le dichiarazioni dei redditi denunciate nel 2016.

Leggi tutto Cedolare secca, nel 2015 l’hanno scelta il +22,4% dei proprietari di case in affitto.
Stop agli affitti nel 730.

Decreto Milleproroghe: i contratti di affitto non andranno più inseriti nella dichiarazione dei redditi.

Tra le ultime norme approvate negli scorsi giorni dal Governo, al lavoro sul Decreto Milleproroghe per il 2017, spicca un maxiemendamento che contiene nuove semplificazioni in campo fiscale. Tra queste alcune che riguardano la casa, e in particolare gli affitti. Leggi tutto Milleproroghe 2017, i contratti di affitto escono dal 730.

Nuova convenzione nazionale affitti

Rinnovata la Convenzione Nazionale per gli affitti, in arrivo nuove regole per i contratti transitori.

Nuove regole più soft sono in arrivo per gli affitti a canone concordato grazie al rinnovo della Convenzione Nazionale tra le Associazioni maggiormente rappresentative di proprietari e inquilini, stipulata lo scorso 25 ottobre dopo 17 anni dalla precedente formulazione attualmente in vigore.

Leggi tutto Nuove regole per gli affitti a canone concordato.
Prezzi affitti per studenti fuori sede

Posto letto per studenti: quanto costa, città per città.

L’anno accademico 2016/2017 è appena cominciato per migliaia di matricole al primo anno e studenti degli anni successivi. Per la maggior parte di loro la scelta del corso di laurea da seguire coincide con la necessità di trovare un alloggio durante i lunghi mesi di studio in una città lontana da quella di provenienza, ma spesso il numero di posti letto messi a disposizione dallo Stato non è sufficiente e diventa necessario addentrarsi nella giungla delle proposte di stanze in affitto.

Leggi tutto Studenti universitari, quanto pagano per un posto letto in affitto nell’anno accademico 2016/2017?
Bonus casa prorogati nel 2017.

Prorogate le agevolazioni fiscali per la casa con la Legge di Stabilità 2017.

L’agevolazione Irpef al 50% per chi ristruttura una casa è stata prorogata di un anno, fino al 31 dicembre 2017, mentre la detrazione del 65% per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici è stata estesa fino al 2021. Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso 15 ottobre lo schema della Legge di Stabilità per il 2017 estendendo i bonus casa anche a condomini e alberghi. La novità principale riguarda il sismabonus, ovvero gli incentivi per la ricostruzione post-sisma per i quali sono stati stanziati 4,5miliardi di euro.

Leggi tutto Bonus casa e sismabonus: ecco cosa ci aspetta nel 2017.
Estate 2016, le mete preferite dagli italiani in vacanza

Le mete più gettonate per le vacanze degli italiani nell’estate 2016.

Sono la Toscana (scelta dal 15,9% dei vacanzieri), l’Emilia-Romagna (14,2%) e la Puglia (13,2%) le regioni più gettonate dagli italiani che hanno scelto una casa in affitto per trascorrere le loro ferie estive. L’analisi delle mete più richieste nell’estate appena trascorsa è stata effettuata da Solo Affitti Vacanze.it, il portale di affitti turistici del gruppo Solo Affitti, che ha esaminato le prenotazioni arrivate durante l’anno per i mesi di giugno, luglio e agosto. Su un campione di oltre 330 mila ricerche di case vacanze e un’offerta di oltre 70 mila alloggi su 25 Paesi, l’Italia risulta la destinazione preferita dalla stragrande maggioranza dei turisti: il 92% degli utenti ha scelto infatti il Bel Paese come meta per l’estate 2016.

Leggi tutto Estate 2016: ecco le mete più amate dagli italiani in vacanza.
I contributi per gli inquilini morosi incolpevoli nel 2016

Le novità per gli inquilini che non possono pagare l’affitto mensile per cause non dipendenti dalla loro volontà.

È entrato in vigore lo scorso 9 agosto il decreto delle infrastrutture del 30 marzo 2016 che rende operativo lo stanziamento di nuovi fondi nazionali destinati, nell’anno in corso, agli inquilini morosi incolpevoli, quasi 60 milioni di euro che aiuteranno chi non riesce a pagare il canone mensile di affitto dell’abitazione a causa di una situazione di indigenza non dipendente dalla propria volontà. Il decreto introduce diverse novità rispetto al precedente provvedimento del 2014: in particolare vengono definite le caratteristiche dei beneficiari ed elevato a 12 mila euro il contributo massimo previsto a persona.

Leggi tutto Fondo morosità incolpevole: le novità 2016 per chi ha difficoltà a pagare l’affitto.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati